Che cos’è la Prairie House?

Che cos’è la Prairie House?

Come possiamo leggere su Prefabbricatisulweb.it  la Prairie House è una tipologia abitativa che si rifà a una vera e propria scuola, nata in America all’inizio del secolo scorso, chiamata Prairie School. In risposta a questa scuola è nato il movimento inglese dell’Arts and Crafts, che proponeva – tra gli altri ideali – un ritorno all’artigianato e a un design rustico, in contrapposizione quindi a un’industrializzazione sempre maggiore che prendeva piede in quegli anni.

Alla luce di quanto premesso possiamo dire che la Prairie School abbraccia e sposa uno stile abitativo tendente al naturalistico. Si guarda molto quindi alla scelta dei materiali di costruzione, così come all’aspetto estetico: tutto deve essere il più naturale possibile. Questo nuovo modo di fare case all’epoca fu controcorrente. Una casa a quei tempi doveva esprimere uno status quo, e quindi c’era bisogno che fosse sfarzosa, imponente e invidiabile. L’architetto Wright invece sovverte questa tendenza, e adotta dei principi a cui ancora oggi si guarda per la costruzione di un determinato tipo di case. Fondamentale la presenza del legno, in quanto materiale organico, e di materie prime simili che possano essere ecologiche e green. Non viene rifiutata la tecnologia e la ricerca del bello, anzi vengono sfruttati in favore di un nuovo ideale di famiglia, sicurezza e privacy.

Le tipiche case Prairie sono simili a delle villette a schiera. Sono quindi costruzioni abbastanza basse e isolate, realizzate prettamente in legno, che presentano spesso una facciata arretrata con un piccolo angolo verde. Ma la sorpresa è sul retro, dove ad attendere il padrone di casa c’è un giardino segreto e un ingresso secondario. Questa particolarità viene letta come la ricerca di un forte legame con la natura, la consolidazione della famiglia come valore, e la volontà di favorire all’introspezione e alla riflessione. Il piano terra è un unico open space, dotato di camino, mentre al piano di sopra ci sono spazi ben suddivisi da pareti modulate. Il tetto infine è ampio, e poco spiovente. L’orizzontalità della casa vuole significare la continuità e il contatto con la natura, che è poi il principio fondamentale che ha mosso gli architetti nel progettare la casa.