Graffi sul parquet: prevenzione e cura

Graffi sul parquet: prevenzione e cura

Il parquet è un tipo di pavimento esteticamente bellissimo, elegante e raffinato, che dona un tocco di calore alla casa. Ha numerosi pregi, ma un principale difetto: si rovina facilmente. Per questo motivo dobbiamo prendercene cura sempre, e avere piccole e grandi accortezze per riuscire a mantenerlo al meglio negli anni. La lesione che riporta più di frequente sono i graffi, che possono rovinare la superficie anche in maniera permanente. Con l’aiuto di qualche consiglio però è possibile evitare questa piaga, o rimediare a piccoli e grandi incisioni che non abbiamo saputo evitare. Sul sito internet dedicato si possono trovare altri articoli simili, da leggere prima di installare un parquet – ma anche dopo averlo fatto.

Se vogliamo eliminare o nascondere un graffio poco profondo abbiamo varie possibilità da vagliare. La prima è quella di usare un pennarello per il legno. Deve essere del colore del pavimento (proviamolo su una piccola area nascosta prima di usarlo) e va applicato sul graffio dopo che ne avremo pulito la superficie. Se questo dovesse risultare vano allora passiamo alla vernice, più efficace. Le modalità sono le stesse, e dobbiamo avere premura di stendere il composto seguendo il senso delle venature del legno.

Quando il graffio è marcato invece dovremo operare più in profondità. Potrebbe esserci bisogno per esempio di una levigatura, e per farla ci aiuteremo con la cera. Dobbiamo passarla sull’area interessata, al fine di riempire il solco. Lasciamola agire per qualche tempo, prima di passarci sopra un panno da lucidatura per amalgamarla con il resto del parquet. In caso di estrema necessità, ovvero quando il graffio è davvero evidente, dobbiamo agire con più aggressività. In queste circostanze è meglio usare una pasta per il legno con cui riempire la fenditura, facendo attenzione a non favorire la formazione di bolle d’aria in questo passaggio. Dopo aver atteso l’asciugatura della crema possiamo eliminare il prodotto in eccesso con un spatolina, e se necessario con un tampone di carta vetrata. A questo punto passiamo il sigillante (dello stesso tipo che è stato usato per il resto del pavimento) e lasciamo asciugare per almeno 24 ore.